Fonti dell'acqua

L'acqua di sorgente

L'acqua di sorgente è in genere di ottima qualità e si adatta perfettamente all'utilizzo come acqua da bere.

La pioggia cade sul terreno, che la assorbe come una spugna.
L'acqua penetra attraverso lo strato di humus, quello di pietre ed infine quello di sabbia, sovente anche per diversi metri di profondità. Quando incontra uno strato di argilla o di roccia impermeabile, l'acqua inizia invece a scorrere lungo di esso.
Proprio in questi punti vengono quindi inserite nel terreno condutture di drenaggio dotate di numerosi piccoli fori. Per far si che non si intasino, vengono posate tra pietre di grosse dimensioni.
L'acqua scorre così nel pozzo di raccolta che si trova più in basso, composta da due camere. Nella prima si effettua la sedimentazione della sabbia che l'acqua inevitabilmente porta con sé. Nella seconda invece è presente un filtro che trattiene le ultime impurità.
Infine un tubo di grandi dimensioni porta l'acqua di sorgente pura al serbatoio.

  1. Humus
  2. Ghiaia e sabbia
  3. Sabbia
  4. Argilla o roccia
  5. Acqua
  6. Strato di pietra
  7. Condotta del drenaggio
  8. Pozzo di raccolta
  9. Setaccio
  10. Scala
  11. Condotta verso serbatoio

L'acqua delle falde

Al contrario dell'acqua di sorgente, l'acqua proveniente dalle falde deve essere pompata. Anch'essa è di ottima qualità e si adatta perfettamente all’utilizzo come acqua da bere.

Nelle pareti del pozzo sono praticate piccole scanalature nello strato di pietrisco in cui scorre la falda in modo tale che l'acqua possa confluire nel pozzo.
L'acqua della falda viene quindi pompata in superficie e immessa direttamente nella rete di distribuzione oppure confluita nel serbatoio per essere immagazzinata.

  1. Humus
  2. Ghiaia e sabbia
  3. Argilla o roccia
  4. Pozzo
  5. Filtro
  6. Pompa
  7. Livello della falda
  8. Propagginare del livello della falda
  9. Motore
  10. Condotta verso serbatoio
  11. Riserve idriche
  12. Troppopieno
  13. valvola di chiusura
  14. Setaccio
  15. Rete di distribuzione