• Dji 0118 Pano2

Teleriscaldamento

Con la realizzazione del PCAI-B, Piano Cantonale d’Approvvigionamento Idrico del Bellinzonese, nel 2018 è avvenuta la dismissione dei pozzi di captazione in zona Stadio a Bellinzona.

Visto il valore economico di questi manufatti, AMB ha valutato la possibilità di riutilizzare i pozzi esistenti ai fini energetici, per questo motivo nel 2015 è stato elaborato uno studio di fattibilità per valutare la realizzazione di una centrale di teleriscaldamento ad acqua di falda con l’obiettivo di riscaldare 5 edifici nelle vicinanze con un consumo di ca. 160'000 l/olio all’anno.

Con un fabbisogno totale di circa 950 kW termici, le scuole nord, la clinica dentaria, l’asilo nord, lo stadio e la palestra SFG risultavano ideali per la realizzazione di questo progetto.

A fine ottobre 2019 la rete di teleriscaldamento è andata con successo in esercizio iniziando a riscaldare alcuni degli stabili elencati in precedenza, permettendo così di risparmiare diverse centinaia di migliaia di litri di gasolio nei prossimi anni con una soluzione a zero emissioni.

Le termopompe saranno infatti alimentate con elettricità proveniente da centrali idroelettriche ticinesi, certificate dal prestigioso marchio tìacqua.