• Dji 0118 Pano2

Teleriscaldamento

Con la realizzazione del PCAI-B, Piano Cantonale d’Approvvigionamento Idrico del Bellinzonese, nel 2018 è avvenuta la dismissione dei pozzi di captazione in zona Stadio a Bellinzona.

Visto il valore tecnico ed economico di questi manufatti, AMB ha valutato la possibilità di riutilizzare i pozzi esistenti ai fini energetici, per questo motivo nel 2015 è stato elaborato uno studio di fattibilità per valutare la realizzazione di una centrale di teleriscaldamento ad acqua di falda con l’obiettivo di riscaldare almeno 5 edifici nelle vicinanze con un consumo di ca. 1'650’000 kWh/anno (160'000 l/olio all’anno). 

Con un fabbisogno totale di circa 950 kW termici, le Scuole Nord, la Clinica Dentaria, l’Asilo Nord, lo Stadio e la Palestra SFG risultavano ideali per la realizzazione di questo progetto.

Da novembre 2019 la rete di teleriscaldamento è stata messa in esercizio con successo iniziando a riscaldare gli stabili elencati in precedenza, permettendo così di risparmiare ben 160'000 litri di gasolio all’anno con una soluzione a zero emissioni. Le termopompe sono infatti alimentate con elettricità proveniente da centrali idroelettriche ticinesi, certificate dal prestigioso marchio tìacqua.

Caratteristiche dell’impianto:

  • 1 pozzo di captazione da 2200 l/min
  • 2 pozzi di resa DT 4.5 °C
  • Presa acqua di falda con due pompe centrifughe normalizzate da circa 1100 l/min
  • 2 termopompe Carrier da 570 kW ciascuna
  • Temperatura di produzione del calore fino a 70°C
  • Accumulo di acqua tecnica da 12'000 litri
  • 2 gruppi di pompaggio con distribuzione gemellari
  • Lunghezza rete teleriscaldamento: 650 metri densità energetica di 2 MWh/a al metro